Seite drucken
Stadt Ellwangen

La vista nostalgica delle casette delle bambole

Tazzine, coltellini, piccole posate, poltroncine, tavolini, vasetti. Tutta una miniatura ma comunque come vita autentica: alla vista nostalgica delle casette delle bambole, che si possono vedere nel museo del castello di Ellwangen, battono forte non soltanto i cuori dei bambini.

In quei luoghi si può rispolverare non solo la gioia del gioco e la mania per i particolari dei nostri antenati, ma anche apprendere come i prevosti principi di Ellwangen banchettavano.

La principesca sala del castello

Sono esposti artistici pezzi da collezione della fabbrica di maiolica faentina "Schrezheim" di allora, rimasta in attività fino alla metà del XIX secolo. A chi invece vuole vivere la principesca sala del castello in un modo completamente diverso, si raccomanda la partecipazione ai concerti di musica classica, che si tengono in luglio ed agosto: qui trovano la loro massima espressione una acustica eccellente ed entusiasmanti "Ensembles".

Arrivano gli Alemanni!

Appena 10 chilometri a sud di Ellwangen passava il Limes, che demarcava il confine fra il mondo romano e quello di stirpe germanica. Nel 260 d.C., al grido di "arrivano gli Alemanni", le orde germaniche attraversarono il Limes e lasciarono una traccia indelebile nelle immediate vicinanze di Ellwangen.

Chi erano gli Alemanni? Dove sono vissuti? Come era organizzata la loro vita di tutti i giorni? Questi ed altri interessanti aspetti vengono fatti rivivere nel Museo Alemanno (inaugurazione prevista per l'autunno 2001), che si trova in posizione centrale, nelle vicinanze del parcheggio principale "Schießwasen"

http://www.ellwangen.de//ital/benvenuto/musei